Salone Nautico | Progetto 2018

CHI È SNIM

SNIM – Salone Nautico di Puglia è divenuta negli anni una fra le 3 più importanti manifestazioni di settore in Italia, con Napoli e Genova e certamente l’evento di riferimento su tutto il versante adriatico.

In un momento difficilissimo per l’economia nazionale e soprattutto per il settore della nautica in Italia, lo Snim ha comunque mantenuto la sua identità, facendo registrare in questi ultimi 3 anni una costante crescita dei numeri sia di espositori che di visitatori.
A questo ha senz’altro contribuito, il forte appeal turistico della Puglia di questi anni e la strategica posizione geografica della stessa rispetto al bacino marittimo-turistico che interessa Slovenia, Croazia, Albania, Grecia, Turchia, in forte crescita.
Il ritorno a Brindisi, all’interno del Porto Turistico, grazie anche e soprattutto alla possibilità di esporre le imbarcazioni in acqua, ha permesso un sostanziale incremento del numero di espositori, oltre 100 aziende e circa 150 imbarcazioni, provenienti da tutte le regioni del mezzogiorno d’Italia, con particolare riferimento al settore della vela, assente nelle edizioni di Bari e che in Puglia registra un numero importante di appassionati.
L’integrazione fra il percorso a terra e a mare permetterà alle aziende di far testare le imbarcazioni in condizioni meteo-marine ideali e naturalmente, sarà allestito uno spazio dedicato all’accessoristica ed alla componentistica.
Naturalmente, accanto ai settori della cantieristica e dell’accessoristica nautica, sono esaltati gli sport del mare, la subacquea, il turismo nautico, la sicurezza in mare, il turismo balneare, la pesca industriale e sportiva.
Oltre ad altri temi, come quelli relativi all’ambiente (tema di fondo i parchi marini, la salvaguardia del patrimonio costiero e l’ecosostenibilità dello sviluppo), quello dell’enogastronomia come valore aggiunto nella politica turistico-ricettiva del territorio con particolare riguardo al consumo del pesce e della Sicurezza in Mare con la partecipazione del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato.
Particolare attenzione sarà riservata ai percorsi formativi per nuove professioni nell’economia del mare, con la collaborazione degli Istituti Nautici di Puglia, già protagonisti nell’edizione 2017 e per l’occasione del salone nautico è stata sottoscritta una convenzione dedicata ad impiegare i ragazzi del Nautico Carnaro di Brindisi, nell’ambito delle attività previste dall’alternanza scuola-lavoro.
Come nelle passate edizioni, SNIM sarà l’occasione per promuovere e valorizzare le discipline che hanno come tema comune il Mare.
Sarà allestito un Villaggio dello Sport, all’interno del quale le Federazioni di Canottaggio, Pesca Sportiva ed Attività Subacquee, Vela, Motonautica, Sci Nautico, Nuoto, Canoa, la Lega Navale Italiana, gli Enti di Promozione Sportiva, I Circoli del territorio, saranno impegnate in attività pratiche e di formazione.
In acqua, istruttori dedicati, consentiranno al pubblico di provare direttamente mezzi ed attrezzature per la vela, sup, salvamento, oltre a simulazioni di voga, lancio tecnico e pesca promozionale con canna da riva.
Con il contributo del Comitato Paralimpico, ampio e importante spazio sarà dedicato ai diversamente abili a dimostrazione degli innumerevoli vantaggi che la pratica dello sport garantisce, indipendentemente dalle condizioni fisiche e mentali di ognuno.
In questo quadro, quindi, lo Snim declinerà la propria offerta sia attraverso l’esposizione statica che con l’organizzazione di momenti di apprendimento tecnico e culturale, di laboratori esperienziali e momenti di degustazione guidata.
Il tutto fondato sul giusto mix fra produttori ed esperienze, sulla connotazione festivaliera e non prettamente fieristica, su un posizionamento non “nautico” ma “marino”, in cui l’utente, anche non possessore di barca, possa costruire il suo palinsesto personale, dal viaggio al cibo, dall’imbarcazione all’abbigliamento, dalla sostenibilità ambientale al lavoro, oltre al semplice godere una serata in riva al mare al ritmo di musica.
In ultimo, ma non meno importante, facendo seguito alle preziose attività avviate nella passata edizione del salone nautico a Bari e dalla Regione Puglia, in occasione della business convention internazionale sulla Blu-Economy di marzo, obiettivo è la graduale trasformazione dell’evento in una grande campionaria dell’ECONOMIA DEL MARE, ponendo la Puglia al centro di un settore strategico a cui guarda con sempre crescente attenzione la Regione, l’Italia e l’intera comunità europea.
In occasione del Salone Nautico di Puglia 2018, con la collaborazione della Net Consulting di Bruxelles, già partner 2017 e delle principali associazioni di categoria saranno coordinati alcuni tavoli tecnici per porre le basi all’organizzazione nel 2019 di importanti sezioni dedicate alla pesca ed alla salvaguardia dell’ambiente marino.
In questo quadro, importante la presenza alla manifestazione delle Aree Marine Protette di Torre Guaceto, Porto Cesareo e Tremiti, oltre alla facoltà di Biologia Marina di Unisalento, Conisma, Cnr-Ismar, Federpesca, Legacoop, Uci. 

DISTRETTO PRODUTTIVO DELLA NAUTICA DA DIPORTO

Ovviamente, il tema “clou” del Salone è il sostegno alle attività di promozione ed internazionalizzazione del Distretto Regionale della Nautica da Diporto, fortemente voluto dalla Regione, per favorire nuove opportunità produttive e commerciali e una crescita degli standard di qualità e competitività di un comparto definito strategico per l’economia futura del territorio.
In una Regione come la Puglia, caratterizzata da una costa lunghissima e da un turismo in forte crescita, la nautica da diporto rappresenta un importante volano di sviluppo economico ed il Salone Nautico di Puglia, rappresenta oramai da anni, il contenitore attraverso il quale dare impulso alle attività del Distretto, promuovere importanti momenti di incontro fra tutti i partner per favorire la cooperazione e la nascita di “Sistemi d’Impresa” che rafforzino le realtà esistenti ed al tempo stesso generino nuove attività.

La scelta, peraltro, della location del Porto Turistico Marina di Brindisi e la presenza delle strutture portuali turistiche di Rodi Garganico, Marina del Gargano, Bisceglie Approdi, Calaponte e Porto Gaio, rappresenta una importante occasione per favorirne la cooperazione per alzare gli standard di qualità ed integrarne i servizi con l’entroterra.
In questo quadro, proprio durante l’evento l’ICE, in collaborazione con il Servizio Internazionalizzazione della Regione Puglia, ha pianificato una importante azione di incoming, con la presenza di circa 25 importatori e distributori provenienti dai mercati emergenti: Spagna, Francia, Olanda, Slovenia, Croazia, Serbia, Turchia, Montenegro, Grecia, Malta, Albania.
Peraltro, proprio l’Albania sarà Paese ospite nella manifestazione, con la presenza del Ministero al Turismo e durante il Salone, alla luce della grande attenzione riposta dal Governo sullo sviluppo del settore nautico, è in programma un incontro nel quale definire l’organizzazione di un importante evento di presentazione delle nostre aziende in territorio albanese.
In ultimo, ma non meno importante, l’occasione del Salone Nautico di Puglia, sarà il trampolino di lancio per la presentazione ufficiale del POLO NAUTICO DEL SUD ITALIA, al quale hanno aderito i principali consorzi di: Campania, Sicilia, Lazio, Calabria e naturalmente Puglia, per la costituzione di un più vasto polo nautico del mezzogiorno, che rappresenta oltre 300 imprese del settore e che chiederà ufficialmente il riconoscimento al Ministero allo Sviluppo Economico.
La presentazione sarà suggellata dalla presenza degli Assessori allo Sviluppo Economico delle regioni coinvolte, firmatari di un protocollo d’intesa di sostegno al progetto e vedrà la partecipazione dei vertici di ICE, dei dirigenti all’internazionalizzazione del Ministero competente e del Direttore Generale di Nautica Italiana Marco Capeddu.

 

PROGRAMMA NAUTICA

salone nautico barcheAttraverso accordi mirati con le principali associazioni di categoria regionali, con particolare riferimento alle Regioni Sicilia, Calabria, Campania e Lazio, obiettivo principale sarà aumentare il numero di espositori e imbarcazioni esposte sia a terra che in acqua.

Una significativa importanza avrà lo spazio dedicato al mondo della vela, che in Puglia registra un sempre crescente interesse degli appassionati, grazie anche allo sviluppo delle attività velistiche, che vedono protagonisti le sezioni della Lega Navale Italiana e dei circoli velici sparsi sul territorio e della imponente attività agonistica che ogni anno si esprime in stupende regate su tutto il territorio regionale.

Altro settore particolarmente rilevante sarà quello dei fisherman che, grazie alla diffusa pratica della pesca d’altura, coinvolge numerosissimi appassionati.

L’integrazione fra il percorso a terra e a mare permetterà alle aziende di far testare le imbarcazioni in condizioni meteo-marine ideali e naturalmente, sarà allestito uno spazio dedicato all’accessoristica e alla componentistica.

INTERNAZIONALIZZAZIONE

internazionalizzazione salone nSfruttando la strategica posizione geografica ed il ruolo da sempre riconosciuto alla Regione Puglia, come Porta d’Oriente, lo SNIM dovrà essere considerato l’appuntamento Adriatico di riferimento, di incontro e approfondi­mento rivolto a coloro che operano o che hanno la loro attività o interes­se in crociere, traghetti, vele e yacht e che finalmente assegna all’Adriatico la rilevanza che merita come arena economico-produttiva.

In questo contesto, SNIM dovrà rappresentare una opportunità per aggiornare le proprie conoscenze ed informazioni sui fondi ed i progetti europei a supporto dell’economia marittima in Adriatico.

Un evento internazionale che vedrà coinvolti i rappresentanti della Macro Regione Adriatica, attraverso incontri, dibattiti, oc­casioni di business networking, in­spection visits, durante i quali le istituzioni, le associazioni di categoria e soprattutto le imprese della nostra Regione avranno la possibilità di ap­profondire le proprie conoscenze, attivare nuove relazioni o rafforzare quelle esistenti, promuovere la pro­pria attività e i propri progetti.

I temi interesseranno i Porti, le Crociere, il Trasporto Marittimo, il Traffico Passeggeri, il Turismo Nautico, la Portualità Turistica, la Cantieristica con un focus particolare sul settore dei Mega Yachts, che grazie all’indotto creato, è considerato particolarmente strategico nello sviluppo economico della nostra Regione.

Saranno coinvolti le Amministrazioni Pubbliche ed i Consorzi di Promozione Turistica, I rappresentanti dei Fondi Europei ed i Responsabili delle decisioni, Autorità Portuali, Marine e Porti Turistici, Compagnie di Crociera , di Navigazione e Traghetti, Agenzie di Viaggi e Tour Operator, Cantieri ed Agenzie Marittime, Camere di Commercio e Sistemi Aeroportuali.

Speciale Focus sarà dato alla Cantieristica ed al Turismo Nautico mediante l’organizzazione di BtoB e BtoC che vedrà coinvolte le aziende dei Paesi della Macro Regione Adriatica, ma anche buyer, dealer e broker a cui si offrirà servizi ed eventi dedicati per facilitare il business ed un efficace format di matchmaking (ICE, SPRINT PUGLIA).

 

RICERCA E INNOVAZIONE

SNIM come vetrina dei materiali e processi tecnologici innovativi a supporto dell’innovazione tecnologica nel settore della nautica.

nautica saloneProprio la Puglia è la prima regione in Italia per la produzione di materiali compositi, i quali hanno conosciuto negli ultimi anni uno sviluppo e una evoluzione tecnologica continui diffondendosi in molti settori industriali. Nati come materiali capaci di performance ad altissimo livello per l’impiego nel settore aeronautico e militare, sono ora utilizzati nei campi più diversi.

 

AMBIENTE

SNIM sarà una straordinaria occasione per presentare tutti i prodotti che fanno riferimento al concetto di nautica sostenibile. SNIM intende promuovere la nautica sostenibile e le tecnologie più idonee a garantire lo sfruttamento del mare e delle aree costiere da parte dell’uomo, con particolare riferimento alle Aree Marine Protette.

snim ambiente animale

Potranno essere coinvolte UNIVERSITA’ DEL SALENTO, CONISMA e CNR-ISMAR per presentare la progettualità e la ricerca marina in Italia oltre che per organizzare una serie di lezioni di ecologia e biologia marina aperte al pubblico, tenute da illustri docenti ed accessibili a tutti, coinvolgendo i responsabili del Ministero dell’Ambiente ed i media particolarmente interessati al settore: Linea Blu e Pianeta Mare.

 

CULTURA

cultura salone nauticoUno dei principali obiettivi di SNIM sarà quello di diffondere, tra le nuove generazioni e nelle scuole la cultura del mare, alla riscoperta delle vecchie tradizioni, ma anche con obiettivo la conoscenza delle coste e dei fondali, delle culture che grazie all’elemento acqua hanno progredito e recuperarne l’insegnamento per progettare linee di sviluppo sostenibile e di crescita economica nel rispetto e nel corretto impiego di una risorsa ancora da esplorare. La preziosa collaborazione della Lega Navale Italiana permetterà l’organizzazione di momenti didattici sui temi dell’educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile.

PESCI E DINTORNI

salone nautico cibo

Nuovo importante evento, all’interno del Salone Nautico di Puglia, dedicato a tutta la filiera ittica. Le aziende di produzione, trasformazione e commercializzazione presenteranno i loro prodotti freschi, surgelati, piatti pronti e specialità conservate, al fianco delle aziende produttrici di tecnologie, attrezzature e fornitrici di servizi per la pesca e l’acquacoltura.

Saranno organizzati Convegni e tavole rotonde, sempre in ambito ittico, a carattere tecnico-scientifico, politico-istituzionale e divulgativo.

È prevista la partecipazione attiva delle Associazioni delle Cooperative dei Pescatori, degli Armatori e dei Produttori di Acquacoltura per l’organizzazione di laboratori didattici e momenti divulgativi sull’utilizzo delle attrezzature da pesca e sui processi produttivi, oltre all’organizzazione di eventi dimostrativi sulla preparazione di piatti a base di pesce, con relativa degustazione.

La pesca e l’acquacoltura pugliese rappresentano un importante patrimonio economico, storico e culturale della Puglia, la cui vasta flotta è seconda solo a quella siciliana.

I prodotti pugliesi sono molto apprezzati e rappresentano, per peculiarità organolettiche e tipologie di pescato, un grande attrattore gastronomico, molto apprezzato dalle popolazioni locali e dai turisti.

SPORT

SNIM sarà l’occasione per promuovere e valorizzare le discipline che hanno come tema comune il Mare.

sport salone nautico

Sarà allestito un Villaggio dello Sport, all’interno del quale le Federazioni di Canottaggio, Pesca Sportiva ed Attività Subacquee, Vela, Motonautica, Sci Nautico, Nuoto, Canoa, la Lega Navale Italiana, gli Enti di Promozione Sportiva, I Circoli del territorio, saranno impegnate in attività pratiche e di formazione.

Potrà essere allestita all’interno del padiglione, una piscina per dimostrazione di vela, sup, salvamento…., oltre a simulazioni di voga, lancio tecnico e pesca promozionale con canna da riva.Con il contributo del Comitato Paralimpico, ampio ed importante spazio sarà dedicato ai diversamente abili a dimostrazione degli innumerevoli vantaggi che la pratica dello sport garantisce, indipendentemente dalle condizioni fisiche e mentali di ognuno.

Durante la rassegna, il Consorzio Nautico Puglia sarà, peraltro, impegnato nella messa in rete dei principali eventi sportivi “nautici” nella Regione per una ottimizzazione del calendario e della comunicazione, con obiettivo destagionalizzare le presenze in Puglia e coinvolgere un numero ancora più importante di appassionati nazionali ed internazionali, che garantirebbero una presenza dalla ottima capacità di spesa.

STRATEGIA

Allora bisogna operare con una grande azione di coordinamento e di integrazione agevolando alleanze e sinergie, valorizzando in ogni regione le proprie potenzialità settoriali. Per la Puglia il suo mare, le sue coste, le sue eccellenze proponendosi in quel contenitore che potrebbe essere rappresentato proprio dal salone plurisettoriale di Puglia, dal quale lanciare al Sistema produttivo e a quello dei servizi una nuova proposta che sia in grado di far competere il sistema Paese sul terreno della qualità e del knowhow in linea con quanto la Nuova Europa richiede anche rivalutando il ruolo dell’Adriatico come grande canale di penetrazione tra i mercati emergenti del M.O. e quelli orientali, divenuti oggi i primi generatori della nuova ricchezza e dell’economia mondiale.

Una sfida ambiziosa per ottenere la quale è necessario rafforzare la rete istituzionale, associativa e privata a sostegno dell’iniziativa, che consenta di moltiplicare i contatti con i numerosi stakeholders nei vari settori e pianificare una qualificata campagna di comunicazione da realizzare sia nella fase di avvicinamento che nel corso di svolgimento dell’evento, unita ad una forte pianificazione pubblicitaria con obiettivo stimolare la partecipazione del maggior  numero di espositori e visitatori.

Per ciò che concerne la Regione Puglia, andrebbe stimolata la partecipazione dei diversi Assessorati interessati dalle tematiche della Blu-Economy (Sviluppo Economico ed internazionalizzazione, Pesca, Sport, Turismo e Formazione) sia per quanto riguarda la presenza istituzionale durante l’evento che per le attività convegnistiche ed i momenti di incontro da organizzare con i principali attori regionali, nazionali e comunitari.