Si è svolto mercoledì e giovedì scorso, presso il Marina di Verbella (Sesto Calende, Lago Maggiore), un meeting internazionale organizzato da Raymarine, per presentare le ultime novità per la nautica da diporto.

L’evento ha visto anche l’impiego di alcune imbarcazioni per testare i nuovi prodotti. Tra queste un Nuova Jolly Prince 23 motorizzato con un Mercury Verado, attrezzato con alcuni interessanti dispositivi che rendono ancora più appagante la navigazione.

Il battello era, infatti, equipaggiato con un mega-display multifunzione touchscreen Axiom da 12,1 pollici integrato dal sonar RealVision 3D. Un gommone high-tech per mostrare le nuove frontiere della tecnologia applicata su un mezzo agile e veloce come un battello pneumatico.

Il nuovo Axiom, infatti, non assolve solo alle classiche funzioni di ausilio alla navigazione (Gps e plotter cartografico) e di quelle per la pesca (ecoscandaglio), ma replica su uno schermo ad alta visibilità i parametri funzionali del fuoribordo (grazie al protocollo NMEA 2000: un’interfaccia che è standard su tutti i motori di recente produzione che permette di «dialogare» con molti strumenti anche di marche diverse) e perfino un check-panel per il controllo di tutte le utenze di bordo (dalle luci alla tromba, fino alla pompa di sentina, l’impianto hi-fi o il verricello oppure il frigo) visualizzate in modo chiaro e personalizzabili in base al tipo di battello.

Volendo, quindi, si può rinunciare a tutti gli strumenti classici forniti insieme al fuoribordo e perfino al pannello elettrico, di solito fornito dal cantiere insieme al gommone.

Ma dato che il Prince 23 di Nuova Jolly è stato mostrato in una versione high-tech è giusto segnalare che in plancia era presente l’autopilota, un pannello digitale per il comando delle utenze della Blink e il dispositivo Active Trim di Mercury.

Il sonar RealVision 3D di Raymarine permette di vedere cosa c’è sotto, dietro e ai lati dell’imbarcazione, tutto insieme e in tre dimensioni grazie anche alle prestazioni fornite da un processore quad-core molto veloce nell’elaborazione.

RealVision 3D visualizza l’intero mondo sottomarino nei minimi dettagli. Le funzioni pan, tilt e zoom consentono di esaminare l’immagine 3D da qualsiasi angolazione, anche da punti di visuale unici, come per esempio dal fondale guardando verso l’alto per vedere il fondo dell’imbarcazione.

I trasduttori RealVision 3D combinano Chirp DownVision, Chirp SideVision, Chirp ad alta frequenza e RealVision 3D in un unico trasduttore. Inoltre, la tecnologia sonar a stabilizzazione giroscopica compensa il movimento dell’imbarcazione, offrendo immagini sonar 3D molto realistiche.

L’elenco delle funzioni disponibili su Axiom – disponibile con display (in vetro) touchscreen da 7, 9 e 12,1 pollici – è quasi infinito e, come sempre, richiede un po’ di pratica per sfruttarle al meglio.

Naturalmente c’è la connettività Wi-Fi e il Bluetooth per connettersi a tablet e smartphone. I prezzi spaziano tra i 745 euro del modello da 7 pollici, fino ai 3.295 euro per il 12,1 pollici dotato di RealVision 3D, Sonar, trasduttore e cartografia Navionics+. Se non avete spazio sufficiente per integrarlo in plancia, potete comunque staffarlo su un apposito supporto.

Se volete saperne di più potete consultare il sito (in italiano) di Raymarine.

Puoi leggere l’articolo Raymarine sbarca sul Lago Maggiore con tante novità su Il gommone.

Fonte